Quattro giorni dopo, Sarah Lotz (Nord 2016) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Leggere a Colori con cui collaboro

quattro-giorni-dopo-1459831456

Quasi tremila persone, tra passeggeri ed equipaggio, sono a bordo della Beautiful Dreamer per una crociera nel mar dei Caraibi. Il quarto giorno però, la notte di Capodanno, a sole otto ore dall’arrivo in porto a Miami, i motori si spengono a causa di un incendio e la nave si blocca in mezzo all’oceano. Inizia così a diffondersi il panico, causato da un’epidemia di Norovirus che colpisce molte delle persone e dal fatto che molti iniziano a vedere strane cose: uomini di colore che cantano canzoncine, donne in bianco vestite in stile anni ‘20, bambini scalzi in una crociera per soli adulti…

Il morale dell’equipaggio è sempre più provato, tant’è che molti decidono di abbandonare la nave. Solo Celine del Ray, una passeggera medium, riesce a far mantenere la calma a un paio di centinaia di persone, ma il tempo passa e dei soccorsi nessuna traccia.

Sorgente: Recensione di Quattro giorni dopo di Sarah Lotz

:: La città del terrore, Alafair Burke, (Newton Compton, 2016) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Liberi di Scrivere con cui collaboro

Liberi di scrivere

images Clicca sulla cover per l’acquisto

New York. East River Park. Mentre Ellie Hatcher e suo fratello Jess stanno facendo la loro consueta corsa mattutina, sono le 5:32, vengono attirati da un capannello di gente che sta indicando qualcosa. È così che Ellie, che in realtà è una detective della omicidi, rinviene il corpo di Chelsea Hart, una studentessa dell’Indiana a New York in vacanza, strangolata, accoltellata e con i capelli strappati.
Chelsea era stata vista l’ultima volta in un esclusivo locale di Manhattan, quando le sue due amiche l’avevano lasciata a ballare mentre loro tornavano in albergo a preparare i bagagli visto che sarebbero dovute partire tutte e tre la mattina dopo.
Ellie inizia subito a indagare insieme al suo partner J. J. Rogan, e seguendo gli insegnamenti del suo mentore collega il caso ad altri tre casi irrisolti avvenuti sei anni prima.
Nessuno però le crede quando espone la…

View original post 410 altre parole

La ragazza corvo – MilanoNera

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

51c6n7qlsdl-_sx325_bo1204203200_

Quando il corpo di un bambino viene trovato mummificato, viene chiamata subito a indagare Jeanette Kihlberg, commissario della polizia di Västerot, Svezia. Moglie e madre, e al momento unico sostentamento economico della famiglia, Jeanette è il classico poliziotto di terza generazione, entrata nell’arma per scelta e con la convinzione che le forze dell’ordine siano le uniche a poter davvero cambiare il mondo. Proprio per questa sua convinzione, Jeanette si butta anima e corpo alla ricerca

Sorgente: La ragazza corvo – MilanoNera

La paura del desiderio, Claire Messud (Bollati Boringhieri 2016) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Leggere a Colori con cui collaboro

la-paura-del-desiderio

È solo per l’estate, ma ha bisogno di cambiare casa per finire le sue ricerche e il suo libro. Un libro sulla morte che ha portato i suoi colleghi a usare il soprannome Dottor Morte. La sua scelta ricade su un piccolo appartamento ai margini di Londra, un appartamento che a prima vista trasmette felicità e voglia di vivere, ma che grazie alla vicina di casa cambierà completamente aspetto e sensazione.

Sarà proprio la vicina di casa, Ridley Wandor, che cambierà del tutto il corso di quell’estate. Ridley, una persona brutta, grassa, sempre vestita con tute impermeabili a maniche lunghe anche con in estate, assistente agli anziani, anziani che però muoiono sempre, e sempre prima, anziani che lei ha desiderato che morissero perché ritenute persone dall’animo cattivo, e per questo si sente in colpa. Sarà stato davvero il suo desiderio di morte che le ha uccise?

La presenza di Ridley diventa pressante, e alla fine dell’estate, quando finalmente può far ritorno a casa sua, il suo desiderio più forte è che Ridley sparisca per sempre. Un desiderio profondo e sincero, un desiderio che, anche se uscito dal cuore, ha paura possa avverarsi.

Sorgente: Recensione di La paura del desiderio di Claire Messud

La moglie bugiarda – MilanoNera

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

41paagn5mhl-_sx323_bo1204203200_

Dana Catrell si sente sola da quando il figlio Jamie è andato via di casa per andare all’università. Il suo matrimonio si è un po’ raffreddato, il marito è sempre più spesso fuori casa fino a sera tarda e lei rimane da sola. Per fortuna c’è la sua vicina di casa, Celia, che considera quasi come un’amica. Un pomeriggio Celia la chiama a gran voce, dicendole che si tratta di vita o di morte. Dana

Sorgente: La moglie bugiarda – MilanoNera

:: L’ emozione in ogni passo, Fioly Bocca (Giunti, 2016) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Liberi di Scrivere con cui collaboro

Liberi di scrivere

index Clicca sulla cover per l’acquisto

Alma, mentre con l’amica Monica si trova in vacanza in un agriturismo a Varengo nel Basso Monferrato, incontra Bruno. Tra i due nasce subito l’amore, un sentimento talmente forte che spinge Alma a prolungare le vacanze fino a quando è costretta a tutti i costi a tornare a Bologna per l’inaugurazione della sua libreria, aperta con tanti sacrifici, investendoci tutti i suoi risparmi. Bruno è legato alla sua terra e all’agriturismo, è la sua vita e il suo sogno, fuori di lì si sente soffocare e morire.
Provano a far andare avanti la relazione a distanza, ma quando a capodanno Bruno la raggiunge a Bologna decide che è il caso di troncare la relazione perché non possono continuare a vivere in attesa di un futuro che non ci sarà mai perché nessuno dei due è disposto a lasciare la sua terra.
Frida è sposata con…

View original post 365 altre parole

:: Il segreto del Voltone. Il commissario Botteghi e una vecchia storia livornese, Diego Collaveri (Fratelli Frilli, 2016) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Liberi di Scrivere con cui collaboro

Liberi di scrivere

bn Clicca sulla cover per l’acquisto

Livorno. Piazza della Repubblica, più specificatamente sotto al Voltone. Giorni odierni. Il ritrovamento di un crocerista americano è la notizia che un giorno molto caldo sveglia di prima mattina il commissario Mario Botteghi. Lui e la sua squadra vanno subito sul posto a indagare, e sulle prime sembra una classica rapina finita male.
Botteghi, come da protocollo, inizia subito a recuperare e visionare tutti gli effetti personali del crocerista e la sua cabina, ed è proprio qui che ritrova un diario di un parente del defunto nascosto con molta attenzione e che riguarda il periodo dello sminamento avvenuto a Livorno nel 1945, fatto che gli fa capire subito che l’omicidio non è una semplice rapina ma qualcosa di più complesso.
A questo punto Botteghi è costretto ad andare in Ambasciata, trattandosi di uno straniero, e anche qui incontra molte perplessità, specialmente sulla fretta che l’ambasciata…

View original post 728 altre parole