L’orrore di Dunwich – H. P. Lovecraft – Full Color Sound 2013

Recensione

Dunwich, villaggio isolato e decadente.

Una notte delle strani luci e dei fortissimi boati provengono dalla casa di Lavinia Whateley, una ragazza deforme e sciatta, albina, che vive da sola con il padre, un anziano mentalmente instabile e dedito a pratiche occulte e alla magia nera.

La mattina dopo in paese si scopre che Lavinia ha partorito. Il figlio ha una crescita fuori dal comune, al punto tale che a dieci anni è già un adulto completamente sviluppato, e lo si vedrà intento ad aiutare il nonno ad ampliare il fienile, lo stesso fienile in cui spariranno qualsiasi capo di bestiame i Whateley comprino.

Anni dopo, dopo la morte del nonno e della madre, Wilbur scoprirà che la sua copia del Necronomicon non è completa e si recherà alla Miskatonic University dove il professor Armitage gli consente di visionare la loro copia originale.

Mentre Wilbur sfoglia le pagine, Armitage osserva il testo alle sue spalle e un terribile orrore inizia a insinuarsi in lui, un orrore che gli stravolgerà la vita.

Romanzo horror di Lovecraft scritto nel 1929, ha visto una trasposizione cinematografica nel 1970, intitolato Le vergini di Dunwich, e nel 2019 un libro game.

Tra tutte le opere relative al ciclo di Cthulhu, è considerato uno dei più importanti.

Io l’ho ascoltato in audio book.

La narrazione è molto scorrevole e si appresta a essere ascoltata, specie nella versione che ho sentito io, in cui il narratore riusciva a dare la giusta cadenza e tonalità, trasmettendo il senso di terrore e oscurità del racconto, motivo per cui consiglio la versione di audible.

Descrizioni spettacolari rendono luoghi e personaggi reali, quasi si potessero veramente toccare.

Un’oretta di ascolto che trasporterà nel terrore più oscuro.

Micol Borzatta

Ascoltato in audio book.

L’usignolo e la rosa – Oscar Wilde – LibriVivi 2018

Recensione

61MiChJq8nL._SL500_

Un giovane usignolo, che aveva il nido vicino alla finestra di uno studente innamorato, un giorno lo senti affranto, perché non aveva modo di trovare una rosa rossa, senza la quale non avrebbe potuto ballare con la sua amata.

L’usignolo decise così di cercare una rosa per lo studente, ma le uniche rose sbocciate erano di altri colori, fino a quando non venne mandato al cespuglio ghiacciato sotto la finestra dello studente, cespuglio che gli propose un terribile patto.

Breve fiaba di Oscar Wilde molto cruda e forte che racconta di un sentimento talmente puro e profondo che viene calpestato e distrutto.

Ascoltato su audible è stata un’esperienza terribile.

Il lettore non ha cadenza nel tono, non ha saputo leggere la punteggiatura e in più non ha saputo trasmettere l’emozione di cui questa fiaba è pregna.

Una fiaba non per piccoli.

Micol Borzatta

Ascoltato in audiobook

Ricordi di un vicolo cieco – Banana Yoshimoto – Feltrinelli 2008

Recensione

18908197

Mimi è una giovane ragazza molto ingenua e immatura che si crogiola nell’idea del suo fidanzamento con Takahashi, che da quando è andato a vivere in un’altra città, però, non si fa più sentire e non risponde più né alle mail né alle telefonate, ma lei si dà sempre delle scusanti, fino a quando decide di andarlo a trovare e scopre che ha un’altra.

Mimi è distrutta, ha perso ogni suo punto di riferimento e non se la sente di tornare a casa, così grazie alla madre riesce a farsi ospitare dallo zio nell’appartamento che ha sopra al suo ristorante.

Sarà proprio grazie allo zio e al ristorante che Mimi conosce Nishiyama, un ragazzo che ha subito un trauma da piccolo a causa del padre, ma è diventato una persona equilibrata e molto sensibile, e sa ascoltarla e capirla, facendo sì che lei stessa impari a conoscersi.

Racconto molto breve che si legge in un paio d’ore, che possiamo trovare sia singolo nella collana zoom della Feltrinelli, che nella raccolta di racconti, insieme ad altre quattro storie, che ha lo stesso titolo.

Nonostante la sua brevità la Yoshimoto riesce a far sì che si crei un fortissimo legame con Mimi, grazie alle descrizioni dettagliate e molto precise dei suoi pensieri e delle sue emozioni.

Il personaggio di Mimi è infatti creato con mille sfumature che la rendono sia realistica che molto similare a noi.

La storia è narrata tutta in prima persona proprio da Mimi e sembra rivolgersi proprio a noi.

Una lettura profonda e piacevole.

Micol Borzatta

Ascoltato in audiobook

Il quidditch attraverso i secoli – J. K. Rowling – Salani 2010

Recensione

9788862562706_0_221_0_75

Saggio sulla storia del Quidditch e la sua evoluzione scritto da Kennilworthy Whisp e pubblicato dalla WhizzHard Books e utilizzato come libro di testo dagli studenti di Hogwarts.

Nel volume si trovano, oltre a un’introduzione di Albus Silente, esempi di giochi a cavallo di una scopa, la storia dei manici di scopa da corsa, la storia delle squadre e le misure anti-babbano.

Libro scritto per beneficenza dalla Rowling e pubblicato dalla Comic Relief.

Romanzo brevissimo, si legge in un’oretta, un po’ noioso, adatto ai veri fan di Harry Potter o per collezionismo.

Micol Borzatta

Ascoltato in audiobook

Il richiamo di Cthulhu – H. P. Lovecraft – Newton Compton 2012

Recensione

download

Francis Wayland Thurston rinviene alcuni diari e documenti del defunto prozio George Gammell Angell, un linguista morto in strane circostanze.

Grazie ai diari Thurston scopre che il bassorilievo trovato fu dato ad Angell nel 1925 da un certo Wilcox che, quando viene interrogato a proposito, disse di averlo fatto dopo aver fatto una serie di incubi relativi una strana setta che continuava a ripetere Cthulhu fhtagn.

Thurston riesce a vedere anche il verbale di un ispettore di New Orleans, John Raymond le grasse, che nel 1908 parlava di una statuetta uguale al bassorilievo, rinvenuta durante una ricerca nelle Paludi della Louisiana, quando furono testimoni di uno strano culto di soli uomini che sacrificavano donne e bambini alla statuetta.

Arrestati, scoprirono che stavano idolatrando i Grandi Antichi in attesa del ritorno di Cthulhu.

Poco tempo dopo Thurston rinviene il diario di un marinaio norvegese, unico superstite della nave Emma che nel 1925 venne attaccata e affondata dal vascello Alert, sulla quale c’era un altra statuetta.

Cosa rappresenta davvero quella statuetta e perché la segue la morte?

Racconto horror molto forte che gioca sul terrore mentale e psicologico utilizzando scene confuse e misteriose che portano il lettore a fare mille ipotesi, e questa insicurezza porta a essere ancora più terrorizzati.

Una lettura veloce, ci si impiega un paio d’ore, ma profondissima.

Micol Borzatta

Ascoltato in audiobook

Il meraviglioso mago di Oz – Lyman Frank Baum – Mondadori 2007

Recensione

download

Kansas

Dorothy, dopo la morte dei genitori, si trasferisce a vivere a casa degli zii nel Kansas, insieme al suo cagnolino Totò.

Un giorno un fortissimo tornado colpisce la casa di Dorothy, ma lei non riesce a scappare insieme agli zii nel rifugio sotterraneo, perché deve prendere il cane che si era nascosto.

Così, bloccata dentro casa, viene sollevata con tutto l’edificio dal tornado e trasportata in uno strano mondo.

Quando esce dalla casa viene accolta dalla strega del nord, che insieme a quella del sud sono le due streghe buone del regno, che si congratula con lei per aver ucciso la perfida strega dell’Est, rimasta schiacciata sotto alla casa quando il tornado l’ha posata a terra, liberando così il popolo dei Munchkin dal suo gioco.

Dorothy chiede alla strega come può tornare in Kansas dagli zii e la strega, dopo averle donato le scarpette d’argento della defunta strega dell’est le dice che deve recarsi al centro del regno, nella città di smeraldo e parlare con il potente mago di Oz, ma l’avverte che il viaggio sarà molto lungo e pieno di insidie.

Dorothy decide di partire insieme a Totò e, insieme a tre compagni di viaggio che incontrerà sulla strada, ovvero lo spaventapasseri, l’uomo di latta e il leone, affronterà la strada e i pericoli che l’aspettano.

Romanzo per bambini di Lyman Frank Baum che viene pubblicato la prima volta a Chicago il 17 maggio 1900.

Sull’origine del nome Oz girano tre teorie, la prima è che l’autore se lo sia inventato di sana pianta, la seconda che sia l’abbreviazione dell’unità di misura inglese ounce, ovvero oncia, e la terza che gli sia venuto in mente perché aveva due raccoglitori davanti uno con scritto A-N e l’altro O-Z.

Il successo del romanzo dette il via sia a moltissime trasposizioni cinematografiche, televisive e teatrali, ma anche a sequel e spin off in cui vengono approfonditi i vari personaggi.

La storia, essendo destinata a un pubblico molto giovane, è molto corta e scorrevole, piena di azione, con poche descrizioni, ma quelle che ci fatte sono piene di minuzie e scorrevoli, e con un linguaggio davvero semplice.

Caratteristiche che stavolta non allontanano un lettore adulto facendolo sentire fuori target, ma anzi riescono a catturarlo e a farlo tornare bambino.

Una lettura che tutti dovrebbero fare almeno una volta.

Micol Borzatta

Ascoltato in audiobook

I cancelli di Thule – Massimiliano Cerruti – Araba Fenice Editore 2019

Recensione

0796AD44-C844-4947-96AE-B90BADC4C889

Isola di Niall, Scozia 2058

Kyle e Tamariel, dopo aver fallito la missione che il divino aveva assegnato loro, diventando loro stessi dei demoni, devono sobbarcarsi la responsabilità della dannazione eterna.

Tutto questo che effetti avrà sul loro rapporto? E sarà davvero possibile sconfiggere il male con il male?

Racconto molto breve che si legge in poco più di un’ora e narrato tutto in terza persona.

Alla base della storia abbiamo la storia d’amore tra un ragazzo e un angelo dannato, divenuti demoni.

I personaggi, come sempre nei manga Shonen, sono molto stereotipati, lui abbastanza normale e lei bellissima con superpoteri, sfrontata e ritrosa, sempre svestita.

Il linguaggio è basilare, ma quando riguarda il sesso diventa molto volgare.

Pieno di azione con descrizioni pari a zero risulta molto ritmato e veloce nella lettura.

Pieno di stereotipi, sesso volgare e nudità è una lettura per chi adora lo stile manga e vuole distrarsi un’oretta.

Micol Borzatta

Ascoltato in audiobook

Sherlock Holmes contro Dracula – Loren D. Estleman – Gargoyle 2008

Recensione

9788889541265_0_221_0_75

Inghilterra 1890

Una nave naufragio sulla costa inglese senza più nessuna traccia dell’equipaggio che sembra scomparso nel nulla, mentre il capitano è stato legato al timone e ucciso. L’unico a essersi salvato è un enorme cane nero.

Il mistero incuriosisce subito Sherlock Holmes che, insieme a Watson, inizia subito a indagare, ma questa volta, per la prima volta, si trova in grande difficoltà, i tasselli non riescono ad andare a posto.

L’equipaggio è stato ucciso e gettato fuori bordo, il capitano è stato dissanguato e ha in faccia un’espressione di pure terrore, e un carico di cinquanta casse di terra nera. Come si possono legare questi tre fatti tra di loro e cosa nascondono?

Un romanzo che sa unire due capisaldi nei loro generi, Sherlock Holmes per il thriller e Dracula per l’horror, mantenendo le caratteristiche originali di entrambi i protagonisti, e rispettando i cliché dell’Ottocento.

La storia viene presentata come sempre da Watson che nelle prime pagine dà una spiegazione plausibile sul perché Bram Stoker abbia scritto solo di Van Helsing e non di Sherlock Holmes.

Lo stile è molto scorrevole e avvincente con un buon ritmo che si legge molto velocemente.

Una lettura davvero interessante.

Micol Borzatta

Ascoltato in audiobook