Poirot sul Nilo – Agatha Christie – Mondadori 2015

Review Party

Jacqueline de Bellefor t chiama dopo molto tempo la sua amica Linnet Ridgway, per chiederle un favore: permettere al fidanzato Simon Doyle di lavorare nella sua tenuta in modo che possano sposarsi.

Linnet infatti è proprietaria di una tenuta molto grande, e con un capitale incalcolabile che, grazie alla sua bravura negli affari continua a far aumentare, mentre Jackie e Simon sono entrambi al verde.

Linnet accetta di aiutare l’amica, ma quando li vede insieme, un fortissimo senso di invidia si fa strada in lei.

Tempo dopo, mentre Hercule Poirot è in vacanza in Egitto, durante una crociera sul Nilo sul battello Karmak, fa la conoscenza di Linnet, in viaggio di nozze con Simon Doyle, di Jackie, che sta seguendo i due novelli sposi per vendicarsi causando loro stress e rovinando loro il viaggio che doveva essere il suo viaggio di nozze.

A inseguire i due novelli sposi, nonostante abbia fatto finta di incontrarli per puro caso, troviamo l’avvocato Pennington, un legale statunitense incaricato di gestire il patrimonio di Linnet, e che rischia che la giovane scopra alcune sue manovre illegali perchè, essendosi sposata può decidere di gestire il patrimonio da sola.

Una sera Jackie, presa da un momento di rabbia, spara a Simon ferendolo e la mattina dopo Linnet viene trovata morta.

Tutti i sospetti cadono su Jackie, ma Poirot saprà svolgere tutte le matasse fino a trovare la verità.

Il romanzo inizia con una presentazione dei personaggi molto approfondita, ma inserita nella loro routine quotidiana, in modo da renderli davvero reali e permetterci di affezionarci ad alcuni di loro o anche a tutti.

Gli eventi si svolgono con molta calma, trasmettendo per davvero quel senso vacanziero, quella sensazione di lentezza, di pace, di calma che effettivamente si sente quando siamo in vacanza. Sensazione che a me ha
rovinato un po’ la lettura perché non mi ha dato la voglia di divorare il libro per scoprire il finale, anzi mi ha portato a leggerlo con molta lentezza, anche dopo l’omicidio non ho trovato nessuna urgenza di risolvere il
mistero, nemmeno nei personaggi stessi.

La storia come sempre si svolge in modo magistrale, la Christie sa sempre collegare gli eventi e le persone in modo molto fluido facendo si che tante storie diverse alla fine si colleghino in una sola storia grazie a intrecci incredibili.

Una bella storia adatta anche come lettura sotto l’ombrellone.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dalla casa editrice

La spedizione Donner – Douglas Preston, Lincoln Child – Rizzoli 2020

Review Party

La spedizione Donner, conosciuta anche come spedizione Donner-Reed, è una spedizione realmente avvenuta nel 1846, in cui un gruppo di pionieri, tra cui George Donner e James F. Reed.

La colonna di carri aveva deciso di seguire una nuova via, chiamata Hastings Cutoff, che attraversava i Monti Wasatch e il deserto del Gran Lago Salato, costeggiando il fiume Humboldt, strada che provoca gravi perdite sia di bestiame che di carri.

A novembre del 1846, raggiunta la Sierra Nevada, la spedizione rimane bloccata da una massiccia nevicata precoce, vicino al Lago Truckee, oggi rinominato Lago Donner.

Rimasti senza scorte di cibo, a metà dicembre parte un gruppo a piedi per cercare aiuti.

Gli aiuti partirono da Sacramento e arrivarono alla carovana a metà febbraio del 1867, dopo quattro mesi da quando rimasero bloccati.

La carovana era composta da 87 membri, ma quando arrivarono i soccorsi trovarono solo 48 componenti, che erano sopravvissuti ricorrendo al cannibalismo, mangiando coloro che erano morti di fame o per malattia.

Dal 1849, con l’esplosione della febbre dell’oro, molte persone percorsero la strada della spedizione Donner, diffondendo poi le descrizioni dei luoghi, facendo diventare le zone abitate della spedizione così famose da prendere il nome di Passo Donner, Lago Donner e Cima Donner.

Gli episodi della spedizione Donner, nonostante abbiano avuto poco riverbero storico, hanno fornito lo spunto per numerose opere di narrativa, facendo diventare i luoghi dove si trovarono le capanne un’attrazione turistica fin dal 1854.

Ed è proprio da questi eventi che Douglas Preston e Lincoln Child partono per strutturare questo incredibile thriller, dove troviamo Clive Benton, storico e archeologo, e la dottoressa Nora Kelly, curatrice del Santa Fe Institute of Archeology, guidare una squadra sulle tracce di uno di un accampamento della spedizione, nel romanzo un terzo accampamento ritenuto perduto.

Quando arrivano sulle montagne scoprono che ci sono nascosti misteri più pericolosi legati alla spedizione Donner, misteri che riverberano anche nel presente, mettendo in pericolo anche le loro vite.

Una spedizione scientifica si trasforma in un viaggio dell’orrore all’insegna della paura.

La storia è scritta a quattro mani da due grandi del thriller che sanno unire una storia reale e terribile a fatti di fantasia facendola diventare plausibile e ancora più orrorifica, facendo sì che i cambiamenti della storia non diano eccessivamente fastidio a chi conosci i fatti storici.

Fin da subito troviamo un ritmo molto cadenzato con grandi scoperte e molti misteri che ci catturano subito incuriosendo ci e portandoci già a voler sapere sempre di più, impe­dendoci di posare il libro.

Le descrizioni sono talmente ben fatte che abbiamo la sensazione di esserci fisicamente, al punto da sentire l’aria fredda nella Sierra Nevada, che in queste giornate torride è davvero piacevole.

I colpi di scena sono magistrali e spesso fanno proprio saltare in aria, aiutati anche dalla narrazione che sa tenerci sempre sulle spine e con i nervi in tensione.

Una lettura che ha saputo davvero stupirmi, ammaliarmi e a farmi fare una bellissima notte in bianco in sua compagnia godendomi gli intrecci della trama.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dalla casa editrice

UN ANNO CON AGATHA CHRISTIE. La regina del giallo

Esattamente cento anni fa dalla penna di Agatha Christie nasceva uno dei personaggi più affascinanti che il genere giallo abbia mai conosciuto, Hercule Poirot, l’investigatore belga che grazie alle sue celluline grigie è riuscito a risolvere tantissimi casi e ad affascinare i nostri cuori.

Protagonista di trentatré romanzi e cinquantaquattro racconti, fa il suo debutto con Poirot a Styles Court nel 1920 e conclude le sue avventure nel 1975 con Sipario.

In occasione dei cento anni dalla pubblicazione di Poirot a Styles Court, abbiamo deciso di organizzare in collaborazione con la Mondadori un evento per celebrare al meglio questo compleanno, organizzando un programma tutto speciale per rendere omaggio al caro Poirot ma soprattutto alla sua creatrice.

Agatha Christie, oltre a inventare questo personaggio così raffinato con i suoi caratteristici baffi e il suo immancabile capello, ha inventato tanti altri personaggi che secondo noi si meritavano uno spazio ben preciso nel nostro evento.

Un anno con Agatha Christie. La regina del giallo è l’evento svolto per celebrare e onorare Agatha Christie.

A differenza di molti eventi sarà lungo, appunto durerà un anno, in modo da dare visibilità a questi romanzi intriganti e ricchi di mistero che ci hanno sempre affascinato.

La struttura del nostro programma è semplice, leggeremo dodici libri per dodici mesi e alla fine di ogni mese pubblicheremo la recensione.

I libri che andremo a trattare sono i seguenti:

Agosto: Poirot sul Nilo
Settembre: Poirot a Styles Court
Ottobre: Poirot e la strage degli innocenti
Novembre: Assassinio sull’orient express
Dicembre: Il Natale di Poirot
Gennaio: Macabro quiz
Febbraio: Dieci piccoli indiani
Marzo: C’è un cadavere in biblioteca
Aprile: Tre topolini cechi
Maggio: Assassinio allo specchio
Giugno: Il terrore viene per posta
Luglio: Miss Marple giochi di prestigio

I blog partecipanti sono:

– Raggywords
– Eynys Paolini Books
– Hope and Paper
– Cronache di Lettrici Accanite
– Appunti di Zelda
– Infermiera Nerd
– Babbling Babook
– Paper Purrr
– Phoenix in libros
– La Petite Pritt
– Quattro chiacchiere in compagnia
– Red Kedi
– Feeling Bookish
– Vittbookbites
– La libreria di Yely

La spedizione Donner – Douglas Preston, Lincoln Child – Rizzoli 2020

Segnalazione

Titolo: La spedizione Donner
Autore: Douglas Preston & Lincoln Child
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 384
Data di uscita: 04 agosto 2020

TRAMA:

La spedizione Donner: Quella della Spedizione Donner è una storia vera che ancora oggi risveglia paure ataviche e curiosità morbose. Rimanda al 1846, quando una carovana di pionieri diretti in California rimase bloccata per mesi dalla neve nella Sierra Nevada. Alcuni di loro morirono di stenti dopo poco tempo. Altri, stipati nello spazio soffocante dei carri, portati alla follia dai morsi del freddo e della fame, si abbandonarono al cannibalismo. Quasi nessuno si salvò. Lo storico Clive Benton, lontano discendente di alcuni sopravvissuti a quell’orrore, è entrato in possesso del diario di uno dei pionieri, giungendo alla conclusione che sia finalmente possibile localizzare il campo perduto della Spedizione Donner e svelarne i misteri. È lui a convincere la dottoressa Nora Kelly, ricercatrice dell’Istituto di archeologia di Santa Fe e già direttrice di molte campagne di scavo sulla Sierra Nevada, a guidare una squadra sulle tracce dell’accampamento. Ma arrivati tra le montagne, i ricercatori scoprono che l’epilogo degli avventurieri della Donner nasconde verità sconvolgenti e atroci, che gettano un ponte tra passato e presente, allacciandosi a un’indagine su alcuni recenti casi di omicidio condotta dall’agente dell’FBI Corrie Swanson. D’un tratto, quella che doveva essere una spedizione scientifica si trasforma in uno spaventoso viaggio di abiezione e follia.

Auguri di buone vacanze e avviso di chiusura del blog per il mese di agosto

Ciao carissimi lettori,

anche quest’anno siamo arrivati al mese di agosto.

Dopo tutto quello che è capitato durante la prima parte dell’anno avevamo perso le speranze di poter avere un’estate in cui potersi riposare e magare provare ad andare un pochino in vacanza.

Vacanza che può essere passata al mare, in montagna, o semplicemente a casa, dove poter però staccare un po’ la spina.

Ecco è quello che farò pure io.

Come molti di voi non potrò andare in vacanza perché bloccata a lavorare, anche se non mi sono fermata un minuto durante il periodo di lockdown, non posso fermarmi nemmeno questo mese di agosto, però si ferma il blog.

Sì, anche quest’anno il blog rimane fermo per tutto il mese di agosto, va in vacanza, nonostante ci sarà una pubblicazione il 22 per un review party relativo a una nuova uscita fresca fresca… quale? Aspettate la segnalazione al 4 agosto e scoprirete di quale romanzo si tratterà.

Oltre a questo non vanno comunque in vacanza le letture, continuerò a leggere e continuerò a preparare materiale che verrà pubblicato a settembre con il consueto ritmo quotidiano, e si ripartirà a pieno regime già il 31 agosto con la recensione di un bellissimo romanzo di Agatha Christie, il primo di un progetto legato a questa autrice che durerà un anno intero, infatti per un anno leggerò e recensirò per voi un suo romanzo ogni mese.

Quali saranno?

Rimanete collegati al blog, alla pagina di Facebook, istangram, twitter e tutti gli altri social, per scoprirli tutti.

E con questo vi auguro un buon mese di agosto fatto di riposo, vacanze e magari qualche viaggetto anche fuori porta.

Micol Borzatta