Causa di morte sconosciuta, Tess Gerritsen (Longanesi 2018) a cura di Micol Borzatta

515vi2bsiufl-_sx327_bo1204203200_

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

La detective Jane Rizzoli e il coroner Maura Isles vengono chiamate a indagare su due omicidi separati ma molto similari.

Entrambi i corpi hanno delle feriti simili. terribili, ma non letali e la causa della morte rimane misteriosa e sia Jane che Maura temono che siano solo le prime di una lunghissima catena di vittime.

A complicare ulteriormente  la situazione ci sono alcuni problemi personali che stanno affliggendo le due protagoniste.

Jane deve occuparsi del matrimonio dei suoi genitori che si sta rompendo, mentre Maura è assillata dai dubbi causati dalla ricomparsa della madre biologica, Amalthea Lank, e dalla scoperta che sta per morire a causa di un tumore.

Aiutate da amici e colleghi affidabili e competenti riusciranno a portare avanti le indagini e a scoprire la verità.

Ultimo romanzo uscito della serie dedicata alle due eroine Jane Rizzoli e Maura Isles, protagoniste anche di una serie tv ispirata  ai romanzi.

Sorgente: Causa di morte sconosciuta – MilanoNera

La dama di Barcellona, Daniel Sánchez Pardos (Corbaccio 2018) a cura di Micol Borzatta

9788867004171_0_0_300_75

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

Barcellona 1854.

Siamo in un’epoca in cui la città sta vivendo un momento molto importante per la sua storia.

Chiusa fino quasi a soffocare dalle mura medievali, attaccata dalle infestazioni e dalle epidemie. Un luogo in cui la superstizione vive il suo massimo splendore e dove in ogni vicolo si hanno le stesse possibilità di incontrare o la morte o qualche miracolo.

Un giorno, in un convento,  viene trovato il cadavere di una giovane donna vicino a un pozzo che è sempre stato al centro di leggende e misteri molto oscuri, tant’è che iniziano subito a girare delle strane voci relative all’accaduto. Voci che vanno inevitabilmente ad aumentare la paura per l’ignoto e di conseguenza la superstizione.

A indagare viene chiamato Octavio Reigosa, l’ispettore del Corpo di Vigilanza, che oltre alle difficoltà delle indagini, si troverà ad affrontare, anche il vescovo Reira e quelli che lui chiama miracoli. ossia  strani fatti interpretati come segno di una volontà divina.

A peggiorare tutto, poi, si aggiungeranno il dottor Carrera con la sua clinica psichiatrica Neothermas e i misteri che si nascondono dietro a quelle mura e di cui nessuno vuole parlare.

Per sua fortuna Reigosa troverà aiuto nel chirurgo Andreu Palafox e nella scrittrice Teresa Urbach.

Sorgente: La dama di Barcellona – MilanoNera

La ragazza che hai sposato, Alafair Burke (Piemme 2018) a cura di Micol Borzatta

51hdm4kxo9l-_sx331_bo1204203200_

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

Angela non sa più cosa pensare.

È sempre stata una donna con i piedi per terra, a ventiquattro anni ha incontrato Jason Powell, un uomo dolce e interessato sia a lei che a suo figlio, innamorato al punto che dopo soli tre mesi le ha chiesto di sposarlo.

Angela non poteva credere di essere così fortunata  anche perché Jason voleva adottare legalmente Spencer, il suo bambino di soli sei anni.

Con il passare degli anni Jason diventa un uomo facoltoso e di successo, ha una cattedra al’Università, un’azienda propria in cui molti studenti della sua università fanno tirocinio e una pubblicazione di un saggio sull’uguaglianza dei sessi nell’economia  rimasto per molte settimane in testa alle classifiche.

Un giorno però la vita felice di Angela viene sconvolta.Rachel Sutton, una tirocinante di Jason, lo accusa  di molestie sessuali.

Angela non ci può credere. Jason stesso le racconta come sono andate realmente le cose, ma quando un’altra donna si presenta alla polizia con la stessa denuncia, la faccenda inizia a diventare seria.

Angela non sa più a chi credere, se all’avvocatessa che difende Jason e proclama la sua innocenza o alla detective Corinne che cerca di farle aprire gli occhi e impedire che possa diventare una complice involontaria.

Angela  stessa  però ha un grandissimo segreto da tenere nascosto, e teme che tutto quel polverone mediatico possa riportarlo alla luce.

Sorgente: La ragazza che hai sposato – MilanoNera

La vita di prima, Colette McBeth (Piemme 2017) a cura di Micol Borzatta

9788856661774_0_240_0_0

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

Melody è una ragazza di trent’anni che un giorno viene trovata in fin di vita a causa di un’aggressione.

Del fatto viene accusato il vicino di casa David Adlen, il movente sarebbe il rifiuto da parte di Melody al suo corteggiamento.

Sei anni dopo, nello stesso luogo, viene trovato il cadavere di Eve, una ragazza di trent’anni con le stesse caratteristiche fisiche di Melody.

Sul cadavere viene trovata una catenina con un uccellino in gabbia, la stessa che aveva Melody stretta in pugno al suo ritrovamento.

Anche dell’omicidio di Eve viene accusato David Adlen, ma ben presto ci si rende conto che non può essere, infatti Eve aveva dimostrato l’innocenza di David nel caso Melody, quindi non aveva il movente per ucciderla.

Sorgente: La vita di prima – MilanoNera

Con le migliori intenzioni, Maria Antonietta Maccioccu e Donatella Moreschi (Golem Edizioni 2017) a cura di Micol Borzatta

51r2yeoxzwl-_sx351_bo1204203200_

 

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

Golfo di Lerici

Il ritrovamento del corpo di una bambina barbaramente martoriato, mette la cittadinanza nel panico.

Quale mente depravata può arrivare a tanto? Si tratta di un caso solitario o di una vendetta.

Le cose peggiorano quando viene trovato un secondo corpo.

Un mostro deve aggirarsi in zona.

La popolazione inizia a guardarsi con sospetto, nessuno si fida più di nessuno, nemmeno del proprio vicino.

Dell’indagine viene incaricato Niccolò Zani, che oltre a cercare di risolvere il prima possibile la serie di omicidi, deve anche giostrarsi tra la sua vita privata e la relazione con la famosissima pittrice Tullia, che come sempre è al centro dell’attenzione.

Sorgente: Con le migliori intenzioni – MilanoNera

Delitti in prima classe, Gianna Baltaro (Golem Edizioni 2017) a cura di Micol Borzatta

61ilsjtsgcl

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

Torino.

Davanti a un tabarin viene ferito quasi a morte Luigi Soriano.

La polizia gli trova in tasca alcune banconote americane false e, in ospedale, prima di entrare in coma, continua a ripetere Augusto.

La polizia è convinta che si tratti di qualcuno legato al mondo della falsificazione, in realtà Soriano intendeva il trasatlantico Augustus, dove doveva incontrare il suo contatto che avrebbe portato le banconote in America.

È così che il commissario Martini si trova a dover indagare sulla nave come un moderno Poirot.

Sorgente: Delitti in prima classe – MilanoNera

Cinemascope, Arosio & Maimone (TEA 2017) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

51eq5swjgml-_sx324_bo1204203200_

Milano 1963.

La morte del presidente americano John Fitzgerald Kennedy sta imperversando su tutte le prime pagine dei quotidiani, così che la notizia del suicidio di Edilio Borghini passa molto in secondo piano, finendo nelle pagine interne.

Borghini è il classico industriale nato dal nulla e che si è fatto da sé. Partendo dalla fabbrica di stufe del nonno è riuscito a scalare con successo le vette del mercato degli elettrodomestici creando il suo impero personale.

Secondo l’amante di Borghini, Francesca Pagliani, una stellina del cinema con piccole parti in film e pubblicità, il suicidio è molto sospetto, non crede assolutamente che le cose siano andate come vogliono far credere e si rivolge così a Mario Longoni, detto Marlon, un investigatore davvero in gamba.

Francesca riferisce subito che molte persone hanno solo da guadagnare dalla morte di Edilio, specialmente i parenti e il cugino che ha grossi debiti di gioco.

Marlon si fa convincere a indagare sull’accaduto e per poterlo fare deve iniziare a scavare nel passato della vittima partendo così dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando Edilio ha iniziato a gettare le basi per la sua fortuna.

Marlon si imbatte così in misteri nascosti che qualcuno vuole tenere occultati, e per farlo non si fa scrupoli a seminare cadaveri in lungo e in largo.

Sorgente: Cinemascpe – MilanoNera

Il ritorno di Sunnie Night, Kathy Reichs (Rizzoli 2017) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

51qeeckllbl-_sx324_bo1204203200_

Sunday Night, detta Sunnie, è un’ex poliziotta.

Dopo aver passato un’infanzia travagliata ed essere stata arrestata a diciott’anni, grazie all’allora poliziotto Beau, Sunnie decide di far carriera nella polizia ma, durante una missione, viene coinvolta in un  confronto a fuoco che le provoca danni a un occhio che la costringono a lasciare la polizia per sempre.

Sunnie decide così di ritirarsi in un’isola semi abitata e allontanare da sé chiunque la conosca. Tutti tranne Beau.

Un giorno Beau si presenta alla sua porta per chiederle di occuparsi di un caso.

La figlia e il nipote di Opaline Drucker, la capostipite di una grandissima e famosissima famiglia, sono stati uccisi durante un attentato a una scuola ebraica e l’altra nipote è sparita nel nulla.

Opaline ha ricevuto una richiesta di riscatto che ha pagato immediatamente, ma la nipote non le è mai stata riconsegnata, e ora vuole che Sunnie Night trovi i colpevoli e li ammazzi.

Sunnie si sente molto in sintonia con la ragazza scomparsa e decide così di accettare il caso.

Con l’inizio delle indagini Sunnie si ritrova fin da subito a dover combattere con i poliziotti che erano incaricati del caso, con i colpevoli che tentano di ucciderla in più di un’occasione, e con il suo passato.

Sorgente: Il ritorno di Sunnie Night – MilanoNera

Senza nessun segreto, Leyla Attar (Newton Compton 2017) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

51fzhmm7jol-_sx319_bo1204203200_

Nel giorno del suo compleanno, mentre sta facendo shopping, Skye Sedgewick viene rapita.
Skye è convinta che sia arrivato il suo momento, cerca di prendere tempo, scongiurando e supplicando il suo rapitore di lasciarla libera e di non farle del male, aspettandosi come risposta un colpo di pistola, ma il suo rapitore non sembra aver intenzione di ucciderla, per lo meno non subito.
Skye viene portata su una barca dove, ascoltando una conversazione dello sconosciuto, scopre che il nome del suo rapitore è Damian.
I giorni passano e, nonostante Damian le abbia tagliato una falange del mignolo per spedirla al padre, non sembra abbia intenzione di farle altro male.
A Skye però Damian non sembra uno sconosciuto. I suoi occhi le ricordano qualcuno. Qualcuno a cui teneva molto, qualcuno che ha amato e da cui credeva di essere amata, qualcuno legato alla sua vita da bambina.

Sorgente: Senza nessun segreto – MilanoNera

Il bosco di Mila, Irma cantoni (Libro/Manta 2017) a cura di Micol Borzatta

Recensione pubblicata sul blog Milano Nera con cui collaboro

51cpsbn50xl-_sx326_bo1204203200_

Il capo commissario della sezione omicidi Vittoria Troisi viene chiamata per indagare sulla sparizione di Mila Morlupo, la figlia di una delle famiglie più potenti di Mompiano, scomparsa nel bosco quella stessa mattina.
Vittoria rimane stupita che il caso sia stato affidato a lei, essendo della omicidi, ma i genitori hanno chiesto espressamente di lei per la sua bravura, la sua diplomazia, il suo coraggio e il saper affrontare le situazioni più delicate.
Vittoria, che è appena stata trasferita da Roma, inizierà subito a indagare con l’aiuto del suo vice e della sua squadra.
Romanzo spettacolare con descrizioni che dimostrano perfettamente la conoscenza dei luoghi da parte dell’autrice. Irma Cantoni infatti è nata a Brescia e dopo aver vissuto per quattro anni a Roma è tornata nel suo paese d’origine.

Sorgente: Il bosco di Mila – MilanoNera