Il re della luce. L’ordine degli Dei oscuri, Federico Carro (Sovera Edizioni 2018) a cura di Micol Borzatta

51iyp0i6ztl-_sx352_bo1204203200_
Acquista su Amazon

Gerusalemme. Fine della prima crociata per la conquista.

Frederick, un crociato, raggiunge in segreto il Sacro Sepolcro, dove trova una pietra misteriosa.

Nel prendere la pietra disgraziatamente la rompe e ne esce un’entità malvagia che lo trasporta in una linea temporale diversa.

Qui cerca di passare inosservato per riuscire ad arrivare a Torino e incontrare la sua amata Eleonor, ma ora si trova in un mondo tutto diverso, governato da oscuri Dei, in un regno proibito in cui perfino gli Dei oscuri non possono entrare.

Riuscirà a tornare dalla sua amata e nel suo tempo?

Romanzo fantasy nella sua interezza, che ci trasporterà con il protagonista in un lungo viaggio.

Frederick infatti è come Ulisse che si trova a combattere contro forze  potenti e divine a lui sconosciute.

Lo stile narrativo riprende perfettamente il tono dell’epoca in cui è ambientato, i dialoghi sono in forma arcaica, dimostrando una profonda ricerca da parte dell’autore, peccato che poi ha rovinato tutto utilizzando diminutivi che non c’entrano per niente.

Le descrizioni sono davvero molto ben fatte, sia relativamente alle ambientazioni che ai personaggi, anche se bisogna ammettere che molti di essi sono stati presi da altri famosissimi romanzi fantasy come Le cronache di NarniaIl signore degli anelli o ancora La storia infinita.

Un romanzo che invoglia a procedere con la serie e iniziare immediatamente il secondo volume.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dall’autore

 

Annunci

Polvere di stelle, Angela Contini (Newton Compton 2018) a cura di Micol Borzatta

5169ttgahkl-_sx331_bo1204203200_
Acquista su Amazon

Abby Allen ha appena scoperto di poter prevedere il futuro, ma una terribile visione la shockerà: la morte di Kevan.

La morte sopraggiungerà quando lui cercherà di proteggerla, così Abby decide di stargli il più lontana possibile, ma il ragazzo non accetterà la sua soluzione.

Nel frattempo la guerra galattica sta continuando a perversare e i ragazzi devono affrontare un viaggio per mettersi al sicuro.

Secondo romanzo della serie Hunted, come il primo è una lettura molto leggera ed evasiva.

In questo volume possiamo notare una piccola crescita dei personaggi, che purtroppo rimangono sempre molto stereotipati.

La storia prosegue in modo lineare senza contraddizioni rispetto a quello narrato nel primo volume

Secondo mio avviso troppo spazio viene dato alla storia d’amore, ma per chi ama i romance è perfetta.

Una lettura tranquilla per momenti impegnativi.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dall’autrice

Universi sconosciuti, Angela Contini (Newton Compton 2018) a cura di Micol Borzatta

51bf4rtrzhl
Acquista su Amazon

Abby Allen è diversa dalle altre ragazze.

Una vera edizione limitata, infatti è curiosa, fuori dal comune, semplice, un po’ logorroica e con la capacità di cadere sempre in situazioni imbarazzanti.

La sua più grande passione è Superman, e spera in futuro di poter trovare un ragazzo come lui.

Questo succede quando incontra Kevan e verrà rivelato un segreto del passato.

Kevan arriva da un altro mondo in cui si sta svolgendo una guerra aliena, e ha importanti segreti riguardanti anche lei.

Primo romanzo della serie Hunted abbiamo davanti un romanzo leggero che ci permette di divagare la mente.

Un miscuglio di Paranormal e di Romance, il testo è destinato ad entrambi i fan.

La narrazione è totalmente in prima persona, cosa che aiuta il lettore a immedesimarsi meglio nella storia.

Lo stile narrativo è semplice e lineare e delinea una storia non troppo originale ma abbastanza accattivante.

I personaggi sono abbastanza stereotipati, ma nello stesso tempo ben caratterizzati.

Una storia carina per chi vuole una lettura per nulla impegnativa.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dall’autrice

Armada, Ernest Cline (DeA 2018) a cura di Micol Borzatta

41fec6gnyxl-_sx351_bo1204203200_
Acquista su Amazon

Zack Lightman è un normalissimo ragazzino che frequenta la scuola, gioca ai videogiochi e lavora part time in un negozio di videogiochi di proprietà di un nerd talmente ricco che lo tiene aperto solo per hobby. Questo permette ai due di passare i pomeriggi attaccati ai videogiochi.

Il gioco preferito di Zack è Armada, uno sparatutto stile Space Invader in cui bisogna salvare il mondo da un attacco alieno.

Un giorno, guardando fuori dalla finestra a scuola, vede un UFO nel cielo, un UFO che ha la stessa forma della navicella aliena del suo videogioco.

Zack è l’unico a vederlo e inizia a pensare di soffrire della stessa malattia mentale che ha sempre creduto che abbia colpito il padre, padre che ha perso poco prima di nascere.

Uscito da scuola Zack corre subito a casa e riprende in mano il diario del padre dove aveva scritto di un complotto militare organizzato tramite i videogiochi.

Tutto diventa più reale quando una navicella della EDA atterra e il pilota Ray invita il ragazzo a unirsi a loro per salvare il mondo.

Zack si sente preparato, grazie a tutte le ore passate al videogioco, e si dimostra l’unico in grado di proteggere il nostro mondo.

Romanzo fantascientifico scritto dall’autore di Ready player one e come nel precedente romanzo possiamo trovare molti riferimenti al mondo ludico degli anni ’80-’90.

Anche questa volta la storia è molto coinvolgente fin dalle primissime pagine e riesce a trasportarci in una realtà che, nonostante sia identica alla nostra, è anche totalmente diversa, senza cadere però in un mondo distopico.

Il linguaggio utilizzato è semplice e adatto a qualsiasi pubblico, anche a chi non è inserito nel mondo nerd.

Bellissimi i riferimenti al passato, che per chi ci è passato provoca anche tantissima malinconia.

Un romanzo che si fa amare e che fa riflettere sulla nostra vita da bambini.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dalla casa editrice

The Hollower, Mary Sangiovanni (Dunwich 2018) a cura di Micol Borzatta

51c1XAsq3JL
Acquista su Amazon

Lakehaven, New Jersey.

Un essere senza volto con un cappello in testa e sempre vestito di nero sta perseguitando gli abitanti del paesino.

Utilizzando le loro paure più profonde e chiamandoli per nome, riesce a insinuarsi nelle loro menti fino a portarli alla pazzia e spesso al suicidio.

Solamente Dave Kohlar riuscirà a capire quale rischio stanno correndo e a farsi forza per combattere questo male sconosciuto.

Il romanzo riesce a coinvolgerti fin dalle prime pagine mettendoti ansia mentre leggi prima del suicidio di Max, spinto dalla continua visione di un volto senza lineamenti con un vecchio cappello in testa, e poi degli incubi a occhi aperti di Sean.

Il problema è proprio la parte di Sean. Il bambino vede lo stesso volto con il cappello, ma poi vede un palloncino che si trasforma nel suo peggiore incubo, gli insetti, che nessuno riesce a vedere tranne lui, per poi sparire nuovamente con l’intervento della madre. Scena che ti porta a paragonare immediatamente il libro, e siamo solo all’inizio del primo capitolo, a IT di Stephen King, per via degli elementi comuni: il palloncino, le paure delle persone usate come arma e un essere non ben specificato che arriva da chissà dove.

Anche lo stile narrativo ricorda moltissimo quello del grande maestro dell’horror, descrizioni molto precise e dettagliate, ambientazioni cupe e molto spazio ai pensieri e alle emozioni dei personaggi.

Lo sviluppo della storia è davvero inquietante, ti lascia in un perenne stato di ansia e agitazione, e pur ricordando sempre lo stile di King la narrazione non è logorroica, anzi molto scorrevole e ben ritmata, tanto da portarci a una lettura continuativa e intensiva per scoprire chi è questo uomo nero senza volto e cosa vuole da noi.

Un romanzo che ti tiene sveglio la notte.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dalla casa editrice

La ragazza nel bosco, Carmen Weiz (Self publishing 2018) a cura di Micol Borzatta

51u+-ggUitL
Acquista su Amazon

Mentre sta facendo jogging con il suo cane, nei boschi svizzeri, Thomas vede due uomini che buttano giù da una scogliera una ragazza che sta lottando per liberarsi dalla loro presa.

Il suo primo pensiero è quello di soccorrere la ragazza, mentre cerca di dare l’allarme per fermare i due uomini che sicuramente fanno parte di qualche associazione di delinquenti.

Thomas infatti pensa subito a un episodio di traffico di esseri umani.

Dopo svariati giorni Anna, la ragazza soccorsa, finalmente si sveglia. I danni subiti per fortuna non sono gravissimi.

La ragazza spiega di essere una volontaria di un convento brasiliano che è stata mandata in Italia per aiutare un altro convento a seguire una comunità di bisognosi, ma non è mai arrivata.

Anna e Thomas iniziano a indagare insieme sul gruppo che ha rapito Anna.

Primo volume della saga Swiss Stories, formata da quattro volumi, possono essere letti separatamente.

Romanzo molto forte per i temi trattati.

Al centro del romanzo infatti c’è la tratta delle donne, organizzazioni che attirano giovani ragazza con la promessa di lavoro per poi venderle come schiave del sesso.

Fin dalle prime pagine l’argomento viene subito rivelato essendo il primo pensiero del protagonista quando si imbatte casualmente in Anna.

La storia è narrata da due punti di vista, quello di Thomas, il poliziotto, e quello di Anna, la vittima, alternandosi.

Entrambi sono in prima persona, e questo fa sì che il lettore venga trascinato ancora più intensamente nella storia.

Infatti per tutta la lettura possiamo vivere come nostri le ansie dei protagonisti, i loro dolori, le loro paure e la loro rabbia.

Un romanzo duro, forte e purtroppo reale.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dall’autrice

Datura, Jaden Serrano (Self publishing 2018) a cura di Micol Borzatta

41Rv24DyEjL._SX331_BO1,204,203,200_
Acquista su Amazon

Stati Uniti, Texas, 1998.

Philip J. Bradshaw viene giustiziato nel carcere di Huntsville dopo essere stato accusato di aver ucciso due ragazzi tredici anni prima e ferito quasi a morte un terzo, nella cittadina di Monroe.

Mentre sta morendo riesce a pronunciare le sue ultime parole: «Io non sono Philip Bradshaw e voi non potete più fermare questa condanna.»

Jaden Serrano, suo ex compagno di cella, incarcerato per essere stato beccato a lavorare come medium ciarlatano, rimane folgorato da queste parole.

Lui era presente perché aveva fatto una promessa a JB, come chiamava lui Bradshaw: riferire un messaggio a Kaylinn.

Serrano inizia così a indagare sul passato del suo amico per cercare di mantenere la promessa.

Un romanzo di una forza impressionante.

Una biografia scritta dalla persona più vicina al protagonista, l’autore, che nell’intraprendere il viaggio per conoscere la verità fa in realtà un viaggio interiore che svela molto di se stesso.

La narrazione è davvero potente, ha il potere di conquistarti già dalle prime pagine e tenerti legato fino in fondo.

Vuoi assolutamente scoprire se Bradshaw è davvero lui o se le sue ultime parole prima di morire sono vere, e se è davvero colpevole per i crimini di cui è accusato.

Un personaggio che si dovrebbe odiare, ma che invece non possiamo ritrovarci a voler conoscere approfonditamente, e a mettere in dubbio la sua colpevolezza.

Una storia particolare che merita un gran successo.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dall’autore