RECENSIONE – Resident evil: The final chapter – film del 2016 di Paul W. S. Anderson

Resident Evil: The final Chapter è il sesto e ultimo film tratto dalla serie videoludica omonima del 2016 diretto da Paul W. S. Anderson, e anche lui distribuito in 3D.

Nel 2019 iniziano le riprese del reboot, che verrà trasmesso su Netflix il 24 novembre 2021 e di cui troverete la recensione il 28 novembre 2021.

Il film inizia subito facendoci vedere un evento importante del passato. Ovvero ve­diamo Alicia Marcus, figlia del co-fondatore dell’Umbrella Corporation James Marcus, che nasce affetta da progeria, una malattia genetica molto rara che porta a un invec­chiamento precoce dei tessuti, portando l’individuo ad avere una vita molto breve.

Per cercare di curare la figlia, Marcus inizia i suoi studi e le sue ricerche sul virus-T, virus che inizialmente permette alla figlia una vita normale, fino a quando non iniziano i primi effetti collaterali che conosciamo bene.

Vedendo gli effetti collaterali Marcus vorrebbe interrompere tutto, ma l’altro co-fon­datore, Alexander Isaacs, decide di ucciderlo, diventare il tutore di Alicia, che ha ereditato le quote del padre, ovvero il 50% della proprietà dell’Umbrella, e trasforma l’intelligenza artificiale, con le fattezze di Alicia costruita da Marcus, nella a noi nota Regina Rossa.

Salto temporale, siamo nel presente a Washington, la Casa Bianca è distrutta e tutta la popolazione è stata trasformata in zombies.

Regina Rossa, ormai fuori controllo, contatta Alice e le comunica due informazioni molto importanti:

  • ci sono ancora 4472 non infetti al mondo
  • nel laboratorio dell’Umbrella sotto a Raccoon City c’è una fialetta di antivirus che può salvare l’umanità rimasta.

Alice si dirige subito verso la città, ma viene catturata dal clone di Isaacs.

Liberatasi riesce a trovare una moto e a correre verso Raccoon City, dove troverà Claire Redfield, e gli altri superstiti.

Il gruppo si trova bloccato su un grattacielo dai cingolati di Isaacs e da un’orda di mostri, ma riescono a sconfiggerlo e a dirigersi verso il centro del paese, dove c’è il cratere causato dalla bomba nucleare che era stata lanciata.

Entrati nel laboratorio vengono contattati da Regina Rossa che spiega come la diffu­sione del virus sia stata decisa e organizzata da Isaacs per contrastare la sovrapopolazione.

Ovviamente, avendo organizzato tutto, aveva creato anche l’anti-virus, in modo che lui e pochi prescelti potessero sopravvivere e ripopolare il pianeta modellando io a loro piacimento.

Mentre percorrono i corridoi dell’Alveare, vengono avvistati da Albert Wesker che attiva una serie di trappole che sterminano quasi completamente il gruppo e fanno finire Claire in una teca.

Quando Alice arriva al centro dell’Alveare trova l’antivirus protetto dal vero Alexander Isaacs, risvegliato dal sonno criogenico da Wesker, Claire chiusa nella teca e che Doc, uno dei superstiti, è una talpa dell’Umbrella.

Ad Alice vengono rivelati anche segreti sul suo passato.

Alice infatti è un clone modificato di Alicia Marcus, che ormai è anziana e invalida, ma ancora in grado, come proprietaria del 5090 dell’azienda, di licenziare Wesker e ordinare a Regina Rossa di aiutare Alice a diffondere l’anti-virus.

Appena liberato l’anti-virus uccide tutti gli infetti circostanti e le cellule infette di Alice, trasformandola in un’umana.

Regina Rossa le mostra una galleria di immagini che permettono ad Alice di costruirsi un passato e scegliere il suo futuro.

Alice decide così di riprendere la moto e aiutare l’espansione dell’anti-virus, andando a caccia di mostri.

Micol Borzatta

Visto su Amazon Prime video

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...