RECENSIONE – L’eredità di Mrs. Westaway – Ruth Ware – Corbaccio 2019

TRAMA

Ogni famiglia ha i suoi segreti. E per alcuni vale la pena di uccidere

«Una storia dark da una delle migliori autrici di thriller in circolazione» - Independent

«I romanzi di Ruth Ware evocano a buon diritto i gialli di Agatha Christie: hanno quell'affascinante sapore classico unito a un'ambientazione contemporanea» - Kirkus Reviews

«Un classico non passa mai di moda. Immaginate la disinvolta semplicità di un martiny dry, di una lampadina a incandescenza e dell'abito da sposa di Meghan Markle. Aggiungete ora a questi ingredienti il nuovo romanzo di Ruth Ware... Un racconto di suspense perfettamente orchestrato alla maniera di "Rebecca" di Daphne du Maurier» - The Washington Post

Harriet Westaway vive a Brighton in un piccolo appartamento. Sua madre, che l’ha cresciuta da sola, è morta in un incidente stradale poco prima del suo diciottesimo compleanno e Harriet, dopo aver abbandonato la scuola, ha perso i contatti con tutti gli amici. Un giorno riceve una lettera inaspettata dalla Cornovaglia: la nonna, morendo, le ha lasciato una cospicua eredità. Da una parte è una notizia fantastica, perché Harriet si trova in una pessima situazione finanziaria ed è indebitata con un usuraio, dall’altra è una notizia piuttosto strana, perché la sua vera nonna è morta più di vent’anni prima. Evidentemente si tratta di un caso di omonimia, che però Harriet decide di sfruttare a suo vantaggio utilizzando le sue capacità manipolatorie che le permettono di sopravvivere come cartomante, lo stesso lavoro che faceva sua madre. Se c’è una persona in grado di partecipare a un funerale reclamando un’eredità che non le spetta è proprio lei. Ma Harriet non sa quello che la attende e ignora che la sua decisione cambierà drasticamente la sua vita per sempre. Perché non potrà più tornare indietro, nemmeno quando si renderà conto di correre un rischio mortale.

RECENSIONE

Una è dolore
Due è gioia
Tre è femmina
Quattro è maschio
Cinque è argento
Sei è oro
Sette è un segreto
da non svelare mai


Un altro ottimo romanzo thriller psicologico di Ruth Ware.

Il romanzo inizia subito presentandoci il personaggio di Harriett Westaway, detta Hal, una ragazza rimasta orfana poco prima del compimento del suo diciottesimo anno, e che ha dovuto fare salti mortali per campare, e tocca il fondo quando è costretta a chiedere un prestito a uno strozzino. Prestito che vede diventare sei volte tanto a causa degli interessi.

Quando un giorno arriva una lettera, da parte di un avvocato, che le comunica che è la beneficiaria di un’enorme eredità, la sua vita cambia radicalmente, molti segreti verranno alla luce e molte vite saranno a rischio.

Il tono del romanzo è scorrevole, un ottimo mix tra Agatha Christie e Joël Dicker in cui vengono approfonditi i temi della famiglia e dei sentimenti.

I personaggi sono descritti con mille sfumature e durante la storia hanno molti cambiamenti, legati a loro stessi e alle situazioni che devono affrontare.

Le ambientazioni sono molto visive e creano un’atmosfera intensa che coinvolge appieno il lettore, che si sente catturato dalle pagine, trasportato dentro la storia e rapito per tutta la durata della lettura.

La narrazione segue una linea temporale dritta, a volte frammentata da pagine di diario che svelano alcune parti del passato, che rispondono ad alcune domande.

Una lettura davvero piacevole ed evasiva.

Micol Borzatta

Copia di proprietà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...