Changeling – film di Clint Eastwood

Recensione

Los Angeles, 1928

Christine Collins, una madre nubile, lascia il figlio di nove anni da solo per andare al lavoro.

Quando rientra il figlio è scomparso.

Christine chiama immediatamente la polizia, che prende la sua denuncia alla leggera.

Quando finalmente inizia a indagare non riescono a risolvere per mesi, fino a quando un giorno le riportano un altro bambino dicendo che è Walter.

Christine sa che non è vero, ma sul momento si lascia convincere dalla polizia a posare per delle foto e a portarsi il bambino a casa, pensando che effettivamente possa essere lei nel torto a causa delle emozioni.

Arrivata a casa constata che effettivamente il bambino non è Walter, è di dieci centimetri più basso, è stato circonciso, non ha il difetto ai due incisivi superiori che si portava dalla nascita e non riconosce né le sue maestre né il suo posto a scuola. Motivo per cui l’insegnante e il dentista sono pronti a testimoniare sulla sua identità, ma il medico della polizia sostiene che sono tutti cambiamenti causati dalla brutta esperienza passata.

Christine continua a insistere e per questo viene fatta rinchiudere in manicomio, fino a quando un investigatore per minori non fa una scoperta shockante in un ranch a Wineville appartenente a Gordon Stewart Northcott, un noto serial killer canadese che ha ucciso svariati bambini, conosciuti come Wineville Chicken Coop Murders.

Film molto forte che racconta la storia vera di una madre finita in manicomio perché ritenuta incapace di riconoscere il figlio e della cattura di un serial killer di bambini.

La storia è molto ben sviluppata e non lascia nulla alla fantasia e descrive perfettamente la situazione dell’epoca, dove le donne erano considerate inferiori perché facili a farsi guidare dai loro sbalzi di umore, mentre gli uomini, e specialmente la polizia, erano sempre dalla parte della ragione e sapevano sempre quale fosse la realtà, impossibilitati a sbagliare, anche quando i fatti dimostravano il contrario.

Una storia veramente tragica che apre gli occhi su verità tremende.

Micol Borzatta

Visto su Netflix

Un pensiero su “Changeling – film di Clint Eastwood

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...