La fondazione. Il ciclo completo – Isaac Asimov – Mondadori 2020

Recensione

Quest’anno la Mondadori ha ripubblicato in un bellissimo Oscar Draghi tutta la saga completa del ciclo La fondazione di Isaac Asimov, unendo tutti e sette i volumi, comprensivi anche di presule e sequel che originariamente sono stati pubblicati Trent’ anni dopo il testo della saga.

La storia narra le vicende di Hari Seldon, un matematico che viene inviato su Trantor per esporre a una conferenza i suoi studi riguardanti la psicostoria, materia che se ben utilizzata potrebbe permettere di calcolare il futuro.

L’argomento attira subito l’interesse dell’Imperatore Cleon I e del suo primo ministro che cercano di far sì di tenere Seldon sotto il loro controllo in modo che nessuno possa approfittarsi dei suoi studi e dichiarare guerra all’imperatore.

Seldon si trova così a dover fuggire e si rintana dentro all’Università di Streeling, dove continua a studiare la sua teoria approfittandosi della biblioteca che ha a disposizione.

Le cose però non sono mai semplici come sembrano e le avventure di Hari diventano sempre più intrigate e pericolose, ma le scoperte che farà saranno eclatanti e lo aiuteranno a sviluppare sempre più la psicostoria.

Il volume si presenta molto ben realizzato, come tutti gli Oscar Draghi, e avere tutti e sette i libri della saga permette di immergersi in una lettura completa e avvolgente.

Inizialmente ho affrontato la lettura molto titubante, temevo di trovare un linguaggio molto datato, pesante e faticoso, invece ho dovuto ricredermi subito. Il linguaggio utilizzato è scorrevole, semplice e affrontabile da qualsiasi tipologia di lettore.

Lo stile è molto ritmato, sa coinvolgerci e rapirci, portandoci a non voler mai più uscire da quelle ambientazioni futuristiche ma non eccessive. Ovviamente ci troviamo in un mondo futuristico e fantascientifico, ma Asimov riesce a costruire un’ambientazione molto plausibile e la sa spiegare talmente bene da portarci a credere che sia esattamente quello che ci aspetterà.

I personaggi sono molto ben caratterizzati, pieni di sfumature e con reazioni plausibili e realistiche. Non è stato per niente difficile creare un rapporto ematico con loro, non al punto di immedesimarsi in uno di loro, perché non ho trovato nessuno con cui potermi immedesimare, troppo diversi, ma mi sono sentita comunque al loro fianco per tutto il tempo, ogni volta che parlavano di un noi non ho fatto fatica a sentirmi parte del discorso.

Lo sviluppo della storia è molto lineare, ci sono vari salti temporali tra un volume e un altro, ma sempre seguendo lo scorrere del tempo e non si ha mai la sensazione di perdere qualche passaggio.

Una lettura davvero piacevole che sono felice di aver fatto perché mi ha fatto conoscere un autore che conoscevo solo di nome e che avevo paura di affrontare, e che invece mi ha fatto innamorare del suo stile e delle sue storie.

Veramente adatto sia a chi piace la fantascienza che a chi ci si avvicina per la prima volta.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dalla casa editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...