Tyrant il distruttore. Resident Evil vol. 01, S. D. Perry (Mondadori Urania 2007) a cura di Micol Borzatta

E7D8A8B7-8D1A-4695-816A-77239685AEC7
2 Giugno 1998

A Raccoon City viene trovato il corpo mutilato di Anna Mitaki, di 42 anni.

Anna è la quarta vittima di killer cannibali rinvenu­ta in un solo mese nella regione del lago vittoria.

Tutti i corpi risultano parzialmente divorati e le impron­te dei morsi risultano di mascelle umane.

Il capo della polizia Irons ha mobilitato tutto il dipar­timento di polizia di Raccoon City per trovare i colpevoli.

Nel frattempo altre tre vittime sono state trovate a Raccoon Forest.

22 Giugno 1998

Sempre a Raccoon City vengono trovati, al Parco Vittoria, Deanna Rush e Christopher Smith morti misteriosamen­te, diventando l’ottava e la nona vittima nell’arco di un mese.

Anche questa volta le vittime sono state trovate nelle vicinanze del lago vittoria e anche loro parzialmente divorati.

21 Luglio 1998

Altri tre escursionisti sono morti nella Raccoon Forest, così il capo della Polizia Irons e il sindaco Harris han­no deciso di chiamare in campo le squadri speciali di tattica e di salvataggio della S.T.A.R. capitanate da Albert Wesker.

Come ex membro della S.T.A.R. il capo Irons ha molta fiducia in loro ed è contento di poter collaborare con loro per far finire la catena di omicidi.

Sul luogo viene mandata la squadra Bravo per iniziare le ricerche, ma appena si perdono i contatti con tutti i membri, viene inviata anche la squadra Alpha, composta da Jill Valentine, entrata nelle forze dell’ordine dopo l’arresto del padre e con un passato da ladra che le ave­va insegnato molte tecniche utili; Chris Redfield, a capo della squadra; le reclute Barry e Joseph; e Brad Vickers, il pilota della squadra Alpha.

Sul posto scoprirono che l’unica superstite era Rebecca Chambers, un genio della medicina e arrivata alla squadra Bravo solo tre settimane prima.

Era procedura comune per la S.T.A.R. inviare prima la squadra meno esperta e poi i migliori, ma stavolta Wesker aveva sbagliato, e Chris glielo aveva detto subi­to, dopo essere stato contattato dal suo amico Billy, un ricercatore biologo della Umbrella Corporation, un colos­so farmaceutico, che gli comunicava terrorizzato che era in pericolo di vita e da quel momento era scomparso.

La Umbrella Corporation ha i laboratori nel sottosuolo di Raccoon City, nella zona del Lago Vittoria, dove era sita la Villa Spencer, di proprietà della Umbrella e che tutti sapevano abbandonata.

Mentre stanno per partire Jill Valentine viene avvicinata da un certo signor Trent che le dice di non fidarsi di nessu­no e le consegna un lettore di minidisk con delle informazioni molto importanti.

Arrivati nel punto in cui è caduto l’elicottero della squadra Bravo lo spettacolo che trovano è shockante, qualcosa di impossibile da credere, ma purtroppo reale e concreto.

Primo romanzo di sette tratto dal famosissimo videogioco della Capcom Resident Evil, conosciuto in Giappone come Biohazart.

Il romanzo non è lungo, sono circa 150 pagine che si leggono in un pomeriggio o viaggiando sui mezzi.

La storia segue molto bene quella dei videogiochi, e Perry amplia quei punti ciechi che non erano stati sviluppati nei videogiochi, caratterizzando maggiormente i perso­naggi, dandogli un background.

Il ritmo narrativo è molto scorrevole e pieno di azione, al punto che perfino chi conosce i videogiochi a memoria si sente spinto a continuare la lettura immerso totalmente nella storia e nell’atmosfera.

Un ottimo romanzo horror.

Micol Borzatta

Copia di proprietà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...