Sei di corvi, Leigh Bardugo (Mondadori 2019) a cura di Micol Borzatta

download

Città di Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali.

Kra Brekker, conosciuto anche come Manisporche, è il miglior ladro che sia mai girato per il Barile, la zona più malfamata della città.

Proprio per le sue qualità e la sua abilità disinvolta di muoversi tra bische, traffici e bordelli, viene avvicinato da uno tra i più potenti e ricchi commercianti, con la promessa di un’ingente quantitativo di denaro deve liberare lo scienziato Bo Yul-Bayur che è stato preso dalla Corte di Ghiaccio, la fortezza più inespugnabile del regno.

Nonostante la sua giovane età Kaz è temuto e rispettato da tutti, ma quell’impresa non può svolgerla da solo, decide così di ingaggiare altri cinque componenti.

I prescelti sono Inej Ghafa, un’ex acrobata e abile spia; Jesper Fahey, un infallibile tiratore con il vizio del gioco; Nina Zenik, una Grisha del Secondo Esercito di Ravka; Matthias Helvar, un ex Drüskelle di Fjerda recluso nel carcere di Kerch; e Wylan van Eck, un ricco giovane scappato di casa e dotato di un eccezionale talento per la fabbricazione di esplosivi.

Il gruppo verrà conosciuto come i Sei di Corvi dal bastone sormontato da un corvo che Kaz porta sempre con sé.

La missione rimane comunque troppo pericolosa e l’unico modo per portarla a termine incolumi è che tutti i componenti del gruppo inizino a fidarsi a vicenda.

Primo volume di una duologia, il cui seguito verrà pubblicato sempre dalla Mondadori il 29 ottobre 2019.

La narrazione è tutta in terza persona e ogni capitolo ha come punto di vista quello di un componente del gruppo, con l’aggiunta di due personaggi extra-gruppo, due personaggi secondari che acquistano molto rilievo nel prologo e nell’epilogo.

L’ambientazione è totalmente di fantasia, ma basata su luoghi reali. La città è strutturata sulla base di Amsterdam, mentre tutta la nazione è ispirata ai Paesi Bassi del diciassettesimo secolo.

La storia inizia piano piano, introducendoci nel mondo con calma, ma poi diventa sempre più veloce, adrenalinico, coinvolgente, con un ritmo serrato, pieno di colpi di scena e suspance.

I personaggi sono molto ben caratterizzati e, con il fatto che ognuno di loro ha un capitolo dedicato, li possiamo conoscere a fondo e imparare ad amare.

Il finale poi lascia con il fiato sospeso, lasciandoci ansiosi di leggere il volume successivo, per fortuna dobbiamo attendere solo fino a fine mese.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dalla casa editrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...