The perfectionists, Sara Shepard (DeA 2019) a cura di Micol Borzatta

9788851171810_8c1e9cf4c7110256c5a730cbf6892a41.jpg

Beacon Heights, Washington

Venerdì sera

A casa di Nolan Hotchkiss, un’enorme villa in stile italiana, sta iniziando una mega festa.

Alla festa arrivano anche Caitlin Martell-Lewis, Julie Redding, Ava Jalali, Mackenzie Wright e PArker Duvall.

Sono le cinque ragazze più popolari della scuola e ora cinque amiche con un nemico in comune: Nolan Hotchkiss.

Quella sera sono tutte riunite alla sua festa per fargliela pagare e liberarsi di lui. Un piano molto ben congeniato che deve umiliarlo e farlo smettere con i suoi atteggiamenti da bullo.

Nolan Hotchkiss però, quella sera, viene portato morto in ospedale.

Le cinque ragazze sono convinte che nessuno le abbia viste salire al piano di sopra con lui, ma purtroppo si sbagliano, qualcuno le ha viste, e ha intenzione di usarle come capro espiatorio.

Il loro odio nei confronti di Nolan è profondo e comporta a essere un ottimo movente. Parker ad esempio è rimasta sfigurata al volto dopo essere tornata a casa da una festa in cui Nolan l’ha drogata a sua insaputa. Caitlin ha perso il fratello minore, morto suicida dopo svariati attacchi di bullismo da parte di Nolan.

Quando la polizia inizia le indagini per omicidio, le cinque ragazze sono le prime indagate.

Romanzo veramente ammaliante, fin dalle primissime righe veniamo trasportati nel mondo studentesco della Beacon Hieghts high.

In primis vorrei parlare della serie TV che hanno tratto dal romanzo e che uscirà a ottobre in Italia: non c’entra nulla.

I protagonisti sono solo tre ragazzi in modo da poter inserire nuovamente Mona e Alison DeLauretis, Jeremy è diventato il fidanzato di Caitlin invece che essere il fratello minore di Josh, il ragazzo di Caitlin nel romanzo, Taylor, il fratellino morto suicida e personaggio molto importante nel romanzo, è diventato la sorella maggiore di Nolan, insegnante il cui posto viene preso da Alison e finta morta suicida, quando invece è nascosta per indagare su qualcuno che spia tramite le telecamere gli studenti del college. Senza contare lo stravolgimento della trama.

Detto questo passiamo alle osservazioni sul romanzo.

Nonostante la trama di base possa sembrare molto similare alla precedente saga, vengono trattati svariati argomenti di rilevante importanza, come il bullismo e le sue conseguenze.

Protagonista della storia infatti è un bullo che viene trovato morto, e chi rimane delle vittime.

Le azioni di Nolan, che ha effettuato spensieratamente, senza riflettere, hanno portato a cambiare e rovinare la vita di molti ragazzi, tra cui Taylor che si è suicidato, Parker che si è ritrovata con il viso sfigurato.

Lo stile dell’autrice è come sempre semplice ma molto descrittivo, capace di portare a galla tutta la complessità del carattere umano, le sue paure e le sue ossessioni.

La storia è molto ben intrecciata, fino alla fine non riusciamo a capire chi sia il vero colpevole, e ogni volta che proviamo a fare un’ipotesi scopriamo di aver sbagliato.

Una lettura davvero intrigante che ci ritrasporta nelle atmosfere degli intrighi studenteschi che avevamo amato nella precedente saga.

Micol Borzatta

Copia ricevuta dalla casa editrice
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...