Belgravia, Julian Fellowes (Neri Pozza 2016) a cura di Micol Borzatta

9788854512849_0_0_300_75
Acquista su Amazon

Bruxelles 1815.

La Duchessa di Richmond decide di dare un enorme ballo nel suo palazzo per festeggiare e far dimenticare alla gente il pericolo di un’invasione da parte di Napoleone.

Durante la festa il nipote della Duchessa, Lord Edmund Bellasis, riesce a convincere la zia a invitare alla festa anche la famiglia Trenchard, famiglia di commercianti che fornisce i viveri ai soldati, anche quando sembra impossibile trovare vettovaglie.

Il padre, James, infatti viene soprannominato Il Mago, proprio per la sua bravura, tenuto molto in considerazione rimane però sempre un commerciante.

La guerra però ha stravolto un po’ le regole sulla divisione delle caste, permettendo così a Sophia, figlia di James, di allacciare una relazione con Edmund, che le chiede di sposarlo in segreto.

La sera della festa però si trasforma ben presto in un momento di commiato. Le truppe francesi hanno valicato i confini inglesi e sono chiamati tutti alle armi.

Mentre Sophia sta salutando Edmund vede, nel gruppo di soldati riunitosi intorno a lui, colui che si era spacciato per un prete e che li aveva sposati, e capisce subito che il suo matrimonio con il Lord non è mai esistito, ma Sophia è incinta.

I Trenchard decidono di allontanare la figlia fino al momento del parto per poi dare in adozione il figlio a un parroco e a sua mogli, la famiglia Pope.

Sophia però muore durante il parto, la madre, Anne, vorrebbe tenere il figlio con sé ma capisce così facendo rovinerebbe la memoria della figlia, così l’adozione procede e il piccolo Charles cresce con la fiamglia Pope.

Londra 1840

Sono passati venticinque anni e il piccolo Charles Pope è cresciuto e ha intrapreso la sua strada aprendo un cotonificio, aiutato da James Tranchard.

Anne decide di svelare alla Contessa di Brockenhurst, madre di Edmund Bellasis, che la loro famiglia non è finita, ma che esiste un nipote, nato da Edmund e Sophia.

Anne sperava di trovare solidarietà da parte della donna, che invece insulta la figlia di lei e decide di intromettersi nella vita del nipote per far sì di dargli tutto quello che merita e rivelarne la verità sulla sua nascita.

Charles si trova così a vivere nel mondo della nobiltà aiutato da due famiglie che lo finanziano e facendo nascere gelosie da parte dei rampolli viziati che si vedono mettere a rischio la loro eredità.

Romanzo che riporta i lettori alle atmosfere che hanno amato seguendo la serie TV Downton Abbey.

Le atmosfere infatti sono quasi le stesse, e lo stile narrativo di Fellowes fa sì che ci si possa immergere nella storia e viverla in prima persona.

Infatti grazie alle descrizioni minuziose e allo stile leggero usato dall’autore, gli eventi narrati sembrano saltare fuori dalle pagine e circondarci concretamente.

Fellowes riesce a raccontare perfettamente la vita e i pregiudizi dell’epoca, portando alla luce tutte quelle situazioni becere che generalmente venivano nascoste per il buon nome delle apparenze.

Una storia struggente che parla anche di amore, nonostante non sia un romance, che fa struggere il cuore e porta il lettore a voler arrivare fino alla fine sperando che il destino, dopo essere stato cattivo con i genitori, possa essere permissivo con il figlio.

Micol Borzatta

Copia presa in biblioteca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...