Shadowhunter – Città di vetro, Cassandra Clare (Mondadori 2016) a cura di Micol Borzatta

71yysnr0nfl
Acquista su Amazon

Valentine sta cercando il terzo strumento immorlate, lo Specchio Mortale, e si fa aiutare da suo figlio, inviato sotto copertura tra gli Shadowhunter per carpire dove possa trovarsi.

Nel frattempo Clary viene a sapere che per poter far risvegliare sua madre deve parlare con lo stregone Ragnor Fell, e per farlo deve recarsi a Idris.

Jace non vuole assolutamente che lei vada con loro a Idris, perché non vuole che il Conclave sappia che lei può creare nuove rune.

Clary però è troppo intenzionata ad andare e per farlo crea una nuova runa che le permette di aprire un portale che però invece di portarla ad Alicante la fa sprofondare dentro al Lago Lyn, poco distante.

Arrivata ad Alicante Clary scopre che il Consiglio ha rinchiuso Simon in prigione, e che Valentine sta progettando di attaccare Idris con un esercito di Demoni.

Il Consiglio ovviamente, troppo pieno di sé, non crede a nulla che possano dire i ragazzi, vuole solo trovare dei capri espiatori per far cadere la colpa su altri e continuare a fare la figura degli invulnerabili, così i ragazzi si ritroveranno nuovamente a dover fermare Valentine.

Terzo libro della saga The mortal instruments e si può dire che è il migliore per il momento.

In questo capitolo lo sfondo della storia cambia, infatti siamo per pochissimo tempo a New York, ma passiamo quasi tutta la lettura a Idris, e principalmente ad Alicante, la città di Vetro che l’autrice paragona a San Gimignano in Toscana.

Questa volta troviamo di nuovo una trama molto sviluppata e possiamo ottenere le prime risposte a molti fatti lasciati in sospeso nel primo romanzo e che finalmente riescono a chiarirci parecchio, specialmente sulla storia della famiglia Morgensten.

Le descrizioni sono come sempre molto minuziose e particolareggiate, che con il ritmo frenetico, portano il lettore a sentirsi coinvolto totalmente in modo da concentrarsi e immergersi con una tale profondità da dimenticare tutto il mondo intorno a lui.

Anche questa volta il romanzo si scosta totalmente dalla serie televisiva, ma secondo me è davvero molto meglio.

Micol Borzatta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...