Tutti i miei domani, Jessica Guarnaccia (Leggere Editore 2018) a cura di Micol Borzatta

Immagine

Recensione pubblicata sul blog Pieces of paper hearts con cui collaboro.

Rachel, pur avendo perso la madre, è convinta di avere una vita quasi perfetta, nonostante la rigidità del padre. Tuttavia quando viene licenziata dall’azienda farmaceutica scelta dal genitore e Mason, il padre generale, decide di voltarle le spalle e lasciare che si arrangi da sola per sopravvivere, Rachel si trova spiazzata, non sa più che fare e come affrontare il futuro. Proprio in quel momento critico riceve una lettera da un certo Sebastian Archer che la invita a raggiungerlo a Woods Hole per darle delle risposte alle tantissime domande che affollano la sua mente, risposte che ormai solo lui può darle perché lui è suo nonno. Un nonno di cui lei non conosceva l’esistenza.

Rachel, senza soldi e senza valige, che le hanno rubato alla fermata dell’autobus, decide di cercare il nonno. Sul pullman ha la fortuna di incontrare Will, nipote del sindaco di Woods Hole, che decide di aiutarla. Arrivata a destinazione trova gentilezza e aiuto da tutto il paese, ma una persona le sarà ostile fin dall’inizio.

Aaron Michael Caine è il fratello di Will e da quando ha divorziato ha iniziato a odiare il mondo intero, e avere una figlia di papà in paese lo rende ancora più acido del normale.

Rachel però non è la classica figlia di papà e Aaron se ne accorgerà molto presto.

Sorgente: Tutti i miei domani – Pieces of paper hearts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...