Il risveglio del brividosauro, Geronimo Stilton (Piemme 2012) a cura di Micol Borzatta

51wuds2btgel-_sx258_bo1204203200_

Geronimo Stilton, direttore dell’Eco del Roditore, il giornale più famoso dell’Isola dei Topi, si trova a leggere a noi lettori il libro scritto dalla sua più cara amica Tenebrosa Tenebrax.

Una sera di primavera, mentre era in salotto con il nipotino che si preparava alla gita nella Foresta dei Fossili leggendo uno dei tanti libri di Geronimo, quando bussano alla porta e sullo zerbino trovano due pietre unite come se fossero una scatola cinte da un nastro viola. Dentro ci trovano un fossile di scarafaggio, dei fogli scritti fitto fitto e un biglietto a forma di bara.

Geronimo riconosce subito sia la calligrafia che l’inconfondibile inchiostro viola di Tenebrosa Tenebrax.

Il biglietto dentro alla scatola comunicava a Geronimo che quello era il libro tratto dall’ultima avventura vissuta da lui e da Tenebrosa.

Incuriosito dalla parola avventura, Benjamin, il nipote di Geronimo, volle a tutti i costi che lo zio gli leggesse il romanzo e gli raccontasse di quella avventura, un’avventura che li trasportò immediatamente in una fantasmagorica gita a un museo in cui uno strano meccanismo ridiede vita a un dinosauro presente nella mostra obbligando così i nostri eroi a doversi inventare qualcosa per rimediare prima che la città venisse devastata.

Classico romanzo di Geronimo Stilton ritroviamo, oltre al nostro topo preferito, anche tante schede didattiche sparse per tutto il romanzo che aiutano il giovane a lettore a imparare nozioni nuove, in questo caso sulla storia dei dinosauri.

Come sempre molte parole nella narrazione sono colorate e disegnate per rappresentare il concetto, in modo che anche i più piccoli possano tranquillamente leggere la storia e capire appieno ogni cosa.

Un ottimo romanzo per bambini che fa sognare e adatto anche a quegli adulti che per una mezz’oretta hanno voglia di tornare bambini e farsi coinvolgere nelle avventure del topo più pasticcione esistente.

Micol Borzatta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...